lunedì 25 luglio 2016

“I vaccini? Sono tutti approvati senza studi”

Qualcosa deve essere andato storto se, nel mezzo della campagna pro-vaccini, finanziata dal ministero della Sanità con 495.500 euro per 24 mesi, si stanno incoraggiando provvedimenti punitivi contro i medici che “osano” sconsigliare le vaccinazioni.
Quando la pubblicità non basta

La federazione che riunisce gli ordini dei medici (Fnomceo) ha rivelato l’8 luglio scorso “che sono già stati inoltrati procedimenti disciplinari per i dottori che sconsigliano i vaccini” e minacciato per loro la radiazione dall’Ordine.

Beatrice Lorenzin ha applaudito i metodi forti. Già, il ministro non rappresenta gli “altri” medici – né quelli in linea con l’Istituto superiore di sanità, che non se la sentono di inoculare gli ultimi vaccini appena immessi sul mercato (per i motivi ben descritti qui) – né quelli che non considerano tutti i vaccini come appartenenti a un unico calderone ma ne spiegano differenze e finalità. Qui e qui.

domenica 24 luglio 2016

Monte Sambucaro - Stonehenge Italiana?

Nel 2012 (la scoperta sembrerebbe risalire in realtà a settembre del 2008 - NdC) sono state rilevate delle strane formazioni rocciose sul Monte Sambucaro, nel basso Lazio, a confine tra Lazio e Campania.

La scoperta è stata fatta da Antonio Nardelli, un fotografo, che dopo un’accurata ricerca effettuata tramite il famosissimo ‘Google Maps’, si è diretto immediatamente sul posto sito in provincia di Frosinone, ad un’altezza rispetto al livello del mare di 1200 metri. Secondo quanto riportato dallo stesso, si tratta di ben 7 cerchi concentrici la cui circonferenza si stringe procedendo verso la parte centrale del terreno sui quali poggiano. Il più esterno misura ben 50 metri di diametro, valore notevolissimo.

Secondo molteplici testimonianze che sono state raccolte in loco, sembrerebbe che gli abitanti di Radicosa (un comune che si trova molto vicino a questa zona) vogliano ricondurre la struttura rocciosa alla seconda guerra mondiale e che solamente una parte di queste grandi rocce sembrano emergere in superficie: la loro struttura più solida si trova infatti a grandi profondità. Ma questa ipotesi è stata successivamente scartata.

Tuttavia, non ci sono riscontri in tal senso: formazioni rocciose con questa particolare forma e dimensione non sono un evento comune nel nostro Paese. In Europa formazioni simili se ne possono trovare in Irlanda e Regno unito, oltre ad essere stati ricondotti agli anni 7000-3000 a.C...
www.centrometeoitaliano.it

sabato 23 luglio 2016

Putin il "pontefice"


La parola "pontefice" deriva dal latino "pontifex" che, di per sé, è la combinazione di "ponte" e di fex (facere) nel senso di fare.

Probabilmente la costruzione dei ponti era l'attività di più alta tecnologia in epoca romana e perciò la parola si è fatta strada anche per indicare i sacerdoti più importanti dell'antica Roma. In seguito il titolo onorifico è stato recuperato dalla Chiesa cristiana per indicare un vescovo e oggi è utilizzato, per lo più, per designare il Papa.

Ma è Vladimir Putin che è emerso come il vero pontifex/costruttore di ponte dei nostri tempi. Egli lo è certamente in senso figurativo ma anche attraverso delle azioni molto concrete.
Putin ha costruito più ponti in Russia di tutti gli altri leader della storia messi insieme. Naturalmente non li ha edificato personalmente, ma ne ha ordinato la costruzione e creato le condizioni per realizzarla. Ai detrattori di Putin, sia nazionali che occidentali, piace attribuirgli personalmente ogni male che accade in Russia, e per loro nulla di buono si è mai verificato in Russia negli ultimi 15 anni. Stando così le cose infatti si potrebbe anche elogiare Putin per tutti i grandi progressi che sono stati realizzati grazie al suo operato....

Dei 25 ponti più lunghi in Russia, 16 sono stati costruiti dal 2000 in poi, cioè dopo che Putin era entrato in carica. La lunghezza complessiva di tutti quei ponti è 61,379.5 metri, di questo totale quelli nuovi (dal 2000) si estendono su 40,000.5 metri, cioè due terzi della lunghezza totale.

Qui di seguito le foto dei ponti più lunghi costruiti a partire dal 2000....

venerdì 22 luglio 2016

Lo spirito del credulone spiegato

Tenuto conto delle innumerevoli “insalate di notizie” prodotte dalle autorità ufficiali, è stupefacente vedere come ancora tante persone si bevono tutto quello che dicono le “fonti ufficiali”. 

Tutto ciò pone diversi interrogativi sul meccanismo del loro cervello: Com’è possibile che qualcuno possa ingoiarsi gli imbonimenti ufficiali in maniera così naïve e consumata, senza nemmeno porsi delle domande di buon senso sulla gravità e sulla fattibilità?

Si scopre che queste persone, “i Candidi”, derivano da quello che io chiamo le menti ingenue (o credulone). Si tratta di un malfunzionamento del processo mentale, che mantiene informazioni in base alla loro fonte più plausibile. Queste persone tendono ad avere assoluta fiducia nei governi, nelle istituzioni, nei mass media, nei medici, negli scienziati o in qualsiasi altra persona che indossa l’uniforme dell’autorità apparente.

Se una normale persona intelligente si pone ragionevoli domande su qualsiasi notizia da qualsiasi fonte, Candido accetta incondizionatamente tutte le informazioni provenienti da fonti che hanno una funzione di autorità apparente nella società...

giovedì 21 luglio 2016

Il riscaldamento globale e le principali questioni del dibattito


Un chiarimento sui concetti e le problematiche necessario per affrontare in modo scientifico la questione dell’AGW, la teoria del riscaldamento globale antropico.

“Per poter essere considerata seriamente, ogni altra spiegazione scientifica deve dimostrare, con i dati, di avere una correlazione forte (con le temperature) almeno quanto quella della CO2”
 Richard Muller 2012.

… E questo non è ancora accaduto.

Ogniqualvolta si voglia cercare di impostare un dibattito serio nei confronti di un qualsiasi problema di natura scientifica è sempre buona regola prima di tutto riuscire a contestualizzare bene i discorsi e a definire chiaramente i contorni e i confini delle questioni che si intendono affrontare. 
Quando infatti si vuole interloquire, disquisire, ragionare sul piano scientifico, non si deve mai dimenticare che ci sono sempre delle regole da seguire, come minimo, a partire dall’utilizzo appropriato del lessico e della semantica, per arrivare poi alla logica, alla coerenza, alla formalità del pensiero, alla pertinenza, senza trascurare l’aspetto fondamentale legato allo stato generale di conoscenza-ignoranza nei confronti dei contenuti. Se una qualsiasi valutazione non risponde a questi requisiti, in genere serve a ben poco. 
Che poi il riscaldamento globale rappresenti allo stesso tempo anche una questione sociale, economica e politica, questo non va a modificare di molto l’etimologia del discorso...

mercoledì 20 luglio 2016

Puntualizzazione sui "Tre giorni di Oscurità"

Senza soffermarsi qui sulla autenticità o meno delle "Sacre Scritture"e tralasciando le varie traduzioni, manipolazioni e interpretazioni alle quali sono state sottoposte, la lettura di questa analisi basata su questi scritti, a proposito dei profetici "tre giorni di buio",  risulta interessante.
Per conoscenza!
Catherine


Sebbene io abbia già ampiamente affrontato il tema sui "Tre giorni di buio" (QUI), pubblico questo articolo perché ritengo possa essere utile a tutti coloro che, fermamente arroccati sul loro intransigente punto di vista religioso, ne mettono in discussione la veridicità profetica.

Puntualizzazione sui Tre giorni di Oscurità

In tempi recenti alcuni siti web di ispirazione cattolica, assieme ad un certo numero di esponenti della Chiesa, hanno espresso il proprio scetticismo nei confronti di una delle profezie più misteriose ed "oscure" (l'aggettivo meglio appropriato) della mistica cristiana: i Tre giorni di buio.

Questa diffidenza è in gran parte guidata dalla scoperta della falsità di alcune presunte rivelazioni spacciate per "messaggi di Padre Pio", che negli ultimi anni avevano conosciuto una certa risonanza nella rete.

Volendo trascendere l'accesa discussione tra fazioni contrapposte – i detrattori e i promotori – tenteremo di analizzare la questione nel profondo, ed arrivare ad una conclusione basata sulle Sacre Scritture e sugli scritti dei santi...

martedì 19 luglio 2016

Vivi e lascia vivere...

Vivi e lascia vivere: in un determinato senso, è certo un comandamento inviolabile.

Non rispettarlo, significa semplicemente tradire la nostra umanità. Nessuno, nessuno ha diritto di esercitare una violenza ai danni di un altro essere umano. Su questo siamo certo d'accordo.

Il problema, semmai, sopraggiunge allorché la nostra lingue e il significato delle sue parole viene stravolto e pervertito nei secoli a tal punto, che questa massima diviene l'alibi vergognoso e il comodo standard di ogni invidioso, parassita e psicopatico narcisista di questo mondo. 

Perché, vedete, "Vivi e lascia vivere" nel suo significato "d'armento", ai nostri travagliati tempi, si traduce puntualmente con un bel "Non interferire mai con il male che vedi compiuto. Non pronunciare, neppure per "sbaglio" una parola o un giudizio al riguardo. Non interferire, se vuoi vivere tranquillo, e girati da un altra parte".

Il manifesto del menefreghismo, in altre parole; la chiave di lettura preferita del conformista, dell'uomo medio; del mediocre. Ignorando, a mio avviso in piena coscienza, il dato di fatto ontologico che ogni essere umano viene al mondo per lasciarlo infine in condizioni peggiori o migliori di come lo ha trovato al suo arrivo...la pecora del buon pastore ama nascondersi dietro agli alibi più spiritualeggianti, pur di celare la propria totale indifferenza nei confronti di tutto ciò che non tocchi direttamente i suoi gretti interessi.
Il fatto è, che in questo universo fondamentalmente olografico, tutto finisce per influenzare tutto.
E' un'illusione oltretutto molto stupida, credere che la parte non coinvolga il tutto, e viceversa....